La Fattoria

Biola’, la fattoria biologica alle porte di Roma.

Giuseppe Brandizzi Biola'

Giuseppe Brandizzi: ora tocca a me, a terza generazione.

Un detto popolare recita che la prima generazione costruisce, la seconda mantiene e la terza ‘se magna tutto’.

Essendo la terza generazione sto cercando di evitarlo, ma gli eventi sono contro di me: Mucca Pazza, Parmacrack (Tanzi, poverino, che pena), Yomocrack, Lingua Blu, Quote Latte, disaccoppiamento PAC, misure Agroambientali in forse, ingresso Paesi dell’Est, Granarolo, mettiamoci anche alcuni Politici nostrani, sistema Pesi e Misure applicato al latte crudo, la Meldolesi ed il Coli O 157, De Castro, il prezzo del latte che crolla solo alla produzione, GGFF, Nas, ICQ, ICI, IMU, TASI, PSR, Istituzioni locali , cinghiali, cani randagi e chi più ne ha più ne metta…

Anzi, se vedete un Cinese in giro con una borsa piena di contanti che vuole comperare una azienda agricola, mandatelo da me, ve ne sarò grato! Se Indiano o Russo è lo stesso, l’unico particolare imprescindibile è chiaramente la borsa piena di contanti…

Mio Padre Giovanni

Giovanni Brandizzi Biola'

Mio Padre Giovanni era una persona stimata da tutti per la sua giovialità e per le sue competenze tecniche.
Personaggio di grande intuito, negli anni ’70 precorse i cambiamenti del mercato e diede una spinta innovativa all’azienda.
Dopo un viaggio negli USA applicò criteri di semplicità e funzionalità all’azienda. Costruì una stalla per vacche da latte che ancora oggi fa il suo dovere. Poi, alla fine degli anni ’90 percepì ancora una volta il momento di cambiamento e optò per il sistema Biologico nel tentativo di sfuggire alla morsa della globalizzazione e della competizione dei Paesi Emergenti.

Mio Nonno Giuseppe

giuseppe_brandizzi_nonnoMio Nonno Giuseppe era un Mercante di Campagna, affittava terreni dai Nobili Patrizi romani nei tempi in cui le risorse dell’Agro Romano erano unicamente le pecore e le maremmane allo stato brado.
Per fare la fienagione si dava lavoro a interi paesi, a uomini e donne specializzati in questa attività colturale. Fino a qualche anno fa, mi è capitato di incontrare persone anziane che mi raccontavano: “io ho lavorato pe’ Brandizzi, trebbievamo co’ tutti quelli der paese!”.
Figuratevi che mio Nonno aveva una stalla di vacche da latte a Via dei Serpenti, in pieno centro di Roma! Chissà che dicevano le ASL, o non c’erano? Da non crederci!

Biola’ e il rapporto con le Istituzioni.

Ah ! dimenticavo i rapporti con le Istituzioni, a parte Loredana De Petris e gli Ass. Urilli e Smeriglio della Provincia di Roma con cui ho avuto ottimi rapporti collaborativi, per il resto:

Ricorso al Tar vinto contro il Comune di Fiumicino per una denuncia penale per cava abusiva con sanzione amministrativa per € 72.000,00, su un mio terreno prelevavo della sabbia per lettiera delle vacche, su esposto di un ass. venatoria. Bilancio spesi € 8.000,00 tra Tar, Avvocato e consulenti, recuperati da sentenza soli € 2.500,00 perché il Giudice ha tenuto conto che il condannato era il Comune di Fiumicino.

Aggiornamento del 16/01/2013 La Giustizia è inesorabile, lenta ma inesorabile, ricevo da Gip di Civitavecchia condanna a pagamento di € 2.300,00 per tardiva comunicazione utilizzo reflui zootecnici nel 2008.

Causa contro Ente Parco Statale del Litorale Romano per parziale liquidazione danni avifauna in area Parco, persa, ricorso.

12/2012 dopo un lavoro improbo, Valutazione incidenza, piano di taglio, per raccogliere i pareri favorevoli di Provincia, Regione Lazio richiesta indennizzo all’Ente Parco Statale del Litorale Romano per mancato taglio boschivo che nega il nulla osta perché dal 1998 non hanno ancora adottato il Piano di Gestione per il Parco.

Denuncia penale alla procura di Civitavecchia per ricettazione di reperti archeologici a seguito di una ispezione della GGFF per un controllo su un PSR di 7 anni prima, reperti trovati 50 anni fa da mio Padre a seguito di sistemazioni dei terreni.

Psr 2007, chiedo alla fine del 2007 contributi per realizzazione caseificio e macelleria, dopo inenarrabili peripezie me ne liquidano nel 2012 la metà perché i lavori di ristrutturazione dei locali preesistenti sono stati esclusi in quanto il Comune di Fiumicino chiedeva all’epoca una semplice comunicazione mentre i fuzionari Regionali pretendevano una DIA! Anche qui, iter lento ma inesorabile!

Affitto RRLL Olivella e Macchia Grande. Dopo tre contraddittori inutili presso l’Ispettorato Provinciale con Regione Lazio: mi ha disdetto il contratto di affitto al 30 11 2012 e come me ad altri 150 affittuari nei passati 15 anni i vari contenitori Comune di Roma, Gepra, Risorse, gestori dei beni dell’Ex Pio Istituto di S. Spirito, hanno sempre affermato la volontà di vendere agli Agricoltori in affitto, ma di vendita non se e parla.
Che ci sia qualche interesse edificatorio di qualche pescecane sui terreni Ex SS Spirito, poi gestiti da Gepra, poi poi gestiti da Risorse, ora proprietà della Regione e gestiti dall’Assessorato al Patrimonio?

Accertamento ICI dal Comune di Fiumicino per un terreno agricolo edificabile ma coltivato con richiesta di appena € 40.000 per il 2006. Ricorso, Avvocato, spese…

Aggiornamento Dicembre 2012, è arrivata anche quella del 2007 in tempo per evitare la prescrizione , altri € 40.000 richiesti. Ricorso, Avvocato, spese…
Ho chiesto al mio fiscalista: ma la disciplina dell’Ici (Dlgs 504/92) e la sentenza 15566 del 14 maggio 2010 della corte di Cassazione (sezione tributaria) non la conoscono? Risposta: ce provano sempre e comunque!

Dopo 9 (dico nove) ricorsi amministrativi il mio Avvocato ha brillantemente risolto la questione, per fortuna

Multa € 6.000,00 da ICQ per una etichetta non corretta , ricorso
Multa € 4.000,00 da ASL per latte non conforme
Esposti a raffica a Roma contro i furgoni in vendita diretta

Bollino ce biolaBollino Cee nel Giugno 2013, casualmente, un rappresentante di una catena di negozi Bio a Monaco di Baviera assaggia i nostri prodotti, gli piacciono, li vuole nei suoi negozi. E vai! Macché, ci vuole il bollino Cee, inizio la pratica armato di santa pazienza e di italica rassegnazione, nonostante la buona volontà della Asl a distanza di un anno ancora non ne sono venuto a capo, ci vorrà qualche altro mese. Nel frattempo il buyer teutonico avrà acquistato i suoi prodotti da qualche altro produttore bio in giro per il mondo, meno ingabbiato di me in questa morsa burocratica.
Dopo 13 mesi ‘habemus bollinus CE’ e ora ? per il momento una caterva di controlli in piu’ , poi si vedra’ …

051112 Volantino TDL pChe vuoi di più dalla vita? Quando fai una attività che ti gratifica ma le Istituzioni fanno di tutto per farti sentire un Criminale?

Proprio questo desolante panorama mi ha spinto a cercare nuove risorse e visto che alcuni allevatori del Nord vendevano Latte crudo, mi sono detto: “ Perché non anch’io che ho un buon prodotto?“ E così armato di santa pazienza , nel lontano Novembre del 2005 ( a sx volantino dell’evento) , ho incominciato a districarmi in questo mondo sconosciuto con pochi precedenti nella vendita diretta di Latte Crudo. Così come mio Nonno Giuseppe, così come mio Padre Giovanni…

Giuseppe Brandizzi.